Tag Archives: Convegni

  • 0

GIORNATA DI STUDI – TERRORISMO E ANTITERRORISMO

Tags : 

giornata di studi terrorismo e antiterrorismo

Terrorismo e antiterrorismo.

L’Italia e la circolazione internazionale dei saperi negli anni Settanta e Ottanta

Negli ultimi anni si è assistito a una forte ripresa dell’interesse per gli anni
Settanta e per il fenomeno del terrorismo politico. Rispetto al passato è però
molto migliorata la qualità complessiva delle ricostruzioni storiografiche,
sempre meno affidate alla memoria del protagonisti e sempre più mosse
dall’esigenza di rispondere a precise domande. La giornata di studi del 21
aprile 2017 promette di aggiungere un tassello importante nella ricostruzione
di quel periodo, specie dal punto di vista dell’analisi della cosiddetta “reazione
dello Stato”. I relatori ci aiuteranno cioè a comprendere come gli apparati
dello Stato si organizzarono di fronte a una minaccia di tipo
terroristico, quali ostacoli si trovarono ad affrontare e quale rapporto finì per
instaurarsi tra i diversi soggetti impegnati (il parlamento che legifera, la
magistratura che indaga, i servizi di sicurezza che competono tra loro nella
risoluzione dei casi affidati). La giornata di studi del 21 aprile avrà al centro le
vicende italiane, ma non si limiterà ad esse. Non sfugge infatti a nessuno
come, essendo anche allora la dimensione del terrorismo fortemente
internazionale, l’esigenza di organizzare al meglio il suo contrasto non poté che
determinare forme di confronto/imitazione tra gli attori – polizie, magistrature,
servizi segreti – impegnati nel suo contrasto. Poiché la storia dell’antiterrorismo
si articola attorno a due necessari strumenti di “risposta” – lo specifico
legiferare e l’organizzare adeguatamente gli apparati di sicurezza – la giornata
di studi sarà suddivisa in due momenti. Nella prima si fonderanno le
considerazioni di protagonista dell’onorevole Luciano Violante, all’epoca dei
fatti tra i principali protagonisti della lotta al terrorismo, con le argomentazioni
del professore Donato Castronuovo circa la circolarità dei saperi all’interno
delle legislazioni europee. Nella seconda parte sarà compito di Laura Di
Fabio, Lisa Bald e Nino Blando evidenziare l’importanza dello scambio di
conoscenze, informazioni e buone pratiche tra gli apparati di sicurezza e di
polizia dei coinvolti impegnati nell’attività antiterroristica.

 


  • 0

Giorgio Bassani attraverso la cultura ebraica del Novecento a Ferrara (e dintorni)

Tags : 

Imbarcadero n.2 Castello Estense

Giovedí 19 marzo

8.45-9.15  Iscrizioni

I sessione:       apertura.

Presiede:         Anna Quarzi (Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara)

9.15 – 10.15    Benvenuto delle autorità

Benvenuto da parte degli organizzatori

Presentazione degli Atti del Convegno n. 6 del  ICOJIL svoltosi a Ferrara nel 2013,                        Ricercare le radici. Primo Levi lettore-Lettori di Primo Levi

II sessione:     Giorgio Bassani: uomo, padre, ebreo, intellettuale

presiede:         Lucienne Kroha

10.15-11.00     Paola Bassani (presidente della Fondazione Bassani), “Bassani, l’ intervista e testimonianza personale”

11.00- 11.20    Paola Bassani risponde alle domande del pubblico

Pausa caffè

11.35–11.55    Martina Michellizza (Università di Pisa) – La ricerca dell’identità ebraica: Giorgio Bassani e Primo Levi a confronto.

11.55-12.15     Enzo Neppi (Università  Grenoble), “Bassani e Arrigo Levi”

12.15-12.35    Vanina Palmieri (Università Paris III), “Il tormento identitario di Bassani attraverso il  Romanzo di Ferrara”

12.35-12.55  discusssione

13.00-14.00    L’arte al tempo di Bassani: visita alla mostra di Boldini e De Pisis  in Castello Estense

14.00-15.00    Pausa pranzo

III sessione:    Bassani romanziere

presiede:         Luca De Angelis (Istituto “Zygmunt Bauman”)

15.00-15.20    Carlo De Matteis (Università dell’Aquila),  “La lapide di Via Mazzini”. L’imponderabile strategia del reduce.

15.20-15.40    Lucienne Kroha (McGill University), “Dire l’indicibile. “Post-memory” e ricordo della Shoah nel Romanzo di Ferrara

15.40-16.00    Sophie Nezri (UAM), “Bassani e Lampedusa: il giardino del Gattopardo

16.00-16.20    discussione

16.20-16.40    pausa caffè

IV sessione:    Bassani e le arti visive

presiede:          Raniero Speelman (Università di Utrecht)

16.40-17.00    Alessandro Giardino , “Giorgio Bassani: sguardi incrociati tra testo e paratesto.

Per una nuova lettura dell’immaginario visivo bassaniano”

17.00-17.20    Antonio Rosario Daniele (Università di Foggia), “Gli occhiali d’oro dal romanzo al film

17.20-17.50    Rosina Martucci (Università di Salerno), “Boldini e l’arte ebraica a Ferrara”

17.50-18.10    discussione

presiede:          Ada Neiger (IULM)

18.10-19.00    presentazione dei libri di Lucienne Kroha, Sophie Nezri-Dufour, Alessandro Giardino.

19.00-19.40    interpretazione di poesie bassaniane di Elise Montel & Stefano Pederzani

20.00-22.30    cena conviviale, ristorante San Gerolamo dei Gesuati, Via Madama 40

 

20 marzo 2015

 V sessione:      a)  Dimensioni storicoletterarie dell’ebraismo ferrarese nel Rinascimento & Barocco

presiede:          Irena Prosenc (Università  Lubiana),

9.15-9.35        Federico Dal Bo (Università di Berlino), ”Mordekhay Dato e  La Istoria di Purim in Ottava Rima”

                        b) Bassani e la poesia

9.35- 9.55       Gandolfo Cascio (Università  Utrecht),  “Giovanna Bemporad”

10.15-10.30    discussione

VI sessione:    Gianfranco Rossi

presiede:          Carlo De Matteis (Università dell’Aquila),

10.30-10.50    Stefano Pederzani  “Gianfranco Rossi e Putaneggiar coi regi”

10.50-11.10     Raniero Speelman (Università di Utrecht), “Ebrei a Ferrara in Gianfranco Rossi”

11.10-11.30     Nevin Özkan (Università di Ankara), “Gianfranco Rossi e gli animali”

11.30-11.45     discussione

Pausa caffè

 VII sessione : Traduzione, Nachleben e ricezione

presiede:          Gandolfo Cascio (Università  Utrecht)

11.50-12.10     Maria Josefa Calvo Montoro (Università  Castilla-La Mancha), “Le traduzioni spagnole  del  Romanzo di Ferrara come problema di ricezione

12.10-12.30    Irena Prosenc (Università  Lubiana), “La ricezione delle opere di Giorgio Bassani in Slovenia

12.30-12.50    Arjan Kallco (Università  Korcë), “Tradurre Bassani

12.50-13.20    Roberto Pazzi (scrittore),  “Scrittura a Ferrara dopo l’impronta di Bassani”

13.20-13.35    discussione

Pausa pranzo

15.30-17.30    Visita  guidata di Ferrara ebraica a cura dell’Istituto di Storia Contemporanea

 

Con il patrocinio di

Comune di Ferrara

Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS)

Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia ( INMSLI)


Organizzato da

 Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara

Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara 

The International Conference on Jewish Italian Literature (ICOJIL)

 Università di Utrecht

 Istituto Culturale Ebraico del Trentino  “Zygmunt Bauman” (ICET)

Fondazione Giorgio Bassani

Associazione “Gruppo del Tasso” di Ferrara

 

Comitato scientifico

Comitato scientifico ICOJIL:  Gandolfo Cascio (Univ. Utrecht), Alberto Cavaglion (Univ. Firenze), Mirna Cicioni (Univ. Melbourne), Luca De Angelis (ICET) Monica Jansen (Univ. Utrecht), Ada Neiger (IULM), Sophie Nezri (Univ. Marseille-Aix-en-Provence), Nevin Özkan (Univ. Ankara), Irena Prosenc (Univ. Lubiana), Hanna Serkowska (Univ. Varsavia) e Raniero Speelman (Univ. Utrecht). 

 

Segreteria

Istituto di Storia Contemporanea

Vanni Borghi

vanniborghi@libero.it;  cell. 339 7556543

Edoardo Moretti  e Selene Lombardo            

istitutostoriaferrara@gmail.com

Ufficio Stampa

Matteo Bianchi,

matteobianchi.estense@gmail.com – cell. 328 0116981

 

Realizzazione grafica

Silvia Franzoni


  • 0

  • 0

  • 0