Tag Archives: 2009

  • 0

2009 – Incontri in collaborazione con altri istituti

Tags : 

Programma manifestazioni Istituto per
64° anniversario del 25 aprile

Venerdì 17 aprile 2009 – ore 17,30
Istituto di Storia Contemporanea
Sala conferenze – Istituto di Storia Contemporanea
Vicolo S. Spirito, 11

La tragedia delle guerre
Incontro con

José Manuela Alfonso Sánchez
Ordinario Università Pontificia di Salamanca
La guerra civil española : algunas reflexiones

Laura Sánchez Blanco
Ricercatrice Università Pontificia di Salamanca
Mujeres de los dos bandos en la guerra civil española

Coordina
Antonella Cagnolati
Università di Ferrara

Assessorato alla cultura del Comune – Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia di Ferrara – Circoscrizione Nord Ovest – Circoscrizione Centro ANPI – Istituto di storia Contemporanea – Teatro Universitario

Spettacolo teatrale (R)esistenze

a cura dell’associazione Balamos

Sabato 18 aprile – ore 10.30

Teatro Verdi Porotto

Spettacolo riservato alle scuole medie di Porotto

Lunedì 20 e Mercoledì aprile 22 – ore 9.45

Teatro Universitario – Via Savonarola – Ferrara

Spettacoli riservati alle scuole di Ferrara

Giovedì 23 aprile – ore 21.00

Teatro Verdi Porotto

Sabato 25 aprile – ore 18.00

Cortile di Castello Estense

Giovedì 30 aprile – ore 11.00

ANPI – Comune di Ferrara – Circoscrizione Giardino – Istituto di Storia Contemporanea

Inaugurazione Monumento a Bruno Rizzieri

Rotonda Ponte della pace

I luoghi della memoria

A cura dell’ Istituto di Storia Contemporanea nei giorni che vanno dal 15 al 30 Aprile vengono organizzate visite guidate per le scuole nei luoghi della memoria della città che riguardano la guerra 1940 /45 e la Liberazione. (prenotazioni via telefono o fax 0532 207343, via e mail isco.ferrara@gmail.com)

Mémorial de la Shoah

Comune di Rimini
Fondazione ex Campo Fossoli
Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

con il sostegno di
Commissione nazionale Sammarinese per l’Unesco
Repubblica di San Marino

Classificare, pensare, escludere

Dalla formazione del pensiero razzista in Europa alla preparazione della Shoah e dei genocidi del XX secolo

Seminario di formazione per docenti dell’Emilia-Romagna e della Repubblica di San Marino

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Bologna, 6-7 novembre 2009
Parigi, 6-8 dicembre 2009

* Per entrambi i moduli è prevista la traduzione simultanea

Progetto di formazione realizzato con la partecipazione di

Istituto Alcide Cervi
Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena
Istituto storico di Modena

Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Parma
Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea
in Ravenna e Provincia
Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea
di Reggio Emilia
Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini
Istituto storico Parri Emilia-Romagna

in collaborazione con

ANPI Associazione nazionale partigiani d’Italia
Comitati provinciali di Bologna, Parma, Reggio-Emilia e Rimini
Sezione comunale di Carpi

con il patrocinio di

MEIS
Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah

Il seminario intende mettere in luce il terreno culturale che nel corso del XVIII e del XIX secolo ha preparato la Shoah e, più in generale, gli altri genocidi e massacri di massa del Novecento. Esso riflette su alcune tappe fondamentali di quel percorso che portò a concepire e realizzare programmi di annientamento dell’Altro, in nome della razza, nell’Europa dell’Anti-Illuminismo – movimento intellettuale caratterizzato dal rifiuto dell’insegnamento positivista del Secolo dei Lumi (liberté, égalité, fraternité), dall’esaltazione della forza e della virtù redentrice della guerra, nonché dalla ferma convinzione dell’inuguaglianza delle “razze umane”.

L’obiettivo principale del corso è quello di fornire ai docenti strumenti interpretativi e storiografici che consentano di approfondire gli eventi e i temi proposti, soprattutto alla luce delle diverse ricerche storiografiche pubblicate in questi ultimi anni in Europa. Non mancheranno, tuttavia, alcuni interventi più prettamente didattici, con l’intento di offrire agli insegnanti materiali e spunti di lavoro per la rielaborazione dei concetti discussi in una prospettiva educativa, declinando anche al tempo presente un tema di grande attualità come il razzismo.

Progetto di Laura Fontana per il Mémorial de la Shoah
Coordinamento scientifico

Georges Bensoussan, Laura Fontana, Marzia Luppi, Iannis Roder

I MODULO – Bologna, 6-7 novembre 2009
Sala Polivalente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, viale Aldo Moro 50, Bologna

VENERDI’ 6 NOVEMBRE

I SESSIONE

Presiede Laura Fontana, responsabile Progetto Educazione alla Memoria Comune di Rimini e responsabile Italia del Mémorial de la Shoah

ore 9.00 Apertura del seminario – Saluti delle autorità

Monica Donini, presidente Assemblea Legislativa Regione E. R
Karel Fracapane, responsabile delle Relazioni Internazionali Mémorial de la Shoah
Patrizia Di Luca, presidente Commissione nazionale Sammarinese Unesco Repubblica di San Marino
William Michelini, presidente provinciale ANPI Bologna
Marcello Limina, direttore generale Ufficio Scolastico Reg.le per l’E.Romagna

ore 9.30 Modernità e ideologia razzista: l’invenzione delle razze
Alberto Burgio, Università di Bologna
ore 10.30 Discussione
ore 11.00 Coffee break
ore 11.15 L’antisemitismo come codice culturale europeo prima del 1914
Georges Bensoussan, storico, responsabile editoriale del
Mémorial de la Shoah e direttore della Revue d’histoire de la Shoah
ore 12.30 Discussione
ore 13.00 Pausa pranzo

II SESSIONE

Presiede Luca Alessandrini, direttore Istituto storico Parri Emilia-Romagna

ore 14.30 Dall’eugenetica all’”Igiene della Razza”
Yves Ternon, storico, Mémorial de la Shoah
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 Coffee break

III SESSIONE, STORIA E DIDATTICA
Presiede Massimo Lodovici, direttore Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena

ore 16.15 Razzismo di dominio e razzismo di esclusione ne “La Difesa della razza, 1938-1943”
Analisi e discussione di materiali tratti dalla rivista, per un utilizzo didattico in classe
Valentina Pisanty, Università di Bergamo
Ore 17.15 Discussione

SABATO 7 NOVEMBRE

I SESSIONE
Presiede Piero Stefani, direttore scientifico MEIS Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah

ore 9.30 L’ideologia nazista.
Georges Bensoussan
ore 10.45 Discussione
ore 11.15 Coffee break

II SESSIONE
Presiede Anna Maria Quarzi, direttrice Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

ore 11.30 Il razzismo dell’Italia coloniale
Nicola Labanca, Università di Siena
ore 12.30 Discussione
ore 13.00 Pausa pranzo

III SESSIONE

STORIA E DIDATTICA

Presiede Marzia Luppi, direttrice Fondazione ex Campo Fossoli
ore 14.30 L’insegnamento del razzismo nella scuola fascista.
Gianluca Gabrielli, CESP Centro studi per la scuola pubblica,
curatore insieme a D. Montino di “La scuola fascista.
Istituzioni, parole d’ordine e luoghi dell’immaginario”,
(Ombre corte, 2009)
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 De la parole antisémite à la destruction des Juifs d’Europe
(Dalla parola antisemita alla distruzione degli Ebrei d’Europa)

Dossier didattico per insegnanti delle scuole secondarie di primo
e secondo grado (a cura di J. Kotek e I. Roder)
Iannis Roder, docente di storia, formatore al Mémorial de
la Shoah
ore 16.45 Conclusioni del seminario, a cura di Marzia Luppi

II MODULO
Parigi, 6-8 dicembre 2009
Mémorial de la Shoah, 17 rue Geoffroy-l’Asnier, Parigi

DOMENICA 6 DICEMBRE
I SESSIONE Presiede Laura Fontana

ore 9.30 Verso la guerra totale, dalle guerre balcaniche alla Grande Guerra
Stéphane Audouin-Rouzeau, direttore degli studi dell’EHESS
Ecole des hautes études en sciences sociales
ore 10.30 Discussione
ore 11.00 Coffee break
ore 11.15 Politica razziale e persecuzione degli zingari sotto il Terzo Reich
Tal Bruttman, storico
ore 12.15 Discussione
ore 12.45 Pranzo

II SESSIONE – STORIA E DIDATTICA

ore 14.15 Laboratorio a scelta:
Cinema e insegnamento della Shoah: alcuni spunti per una riflessione.
Antoine Germa docente di storia, formatore all’Accademia di Créteil
Coordina: Daniele Susini, ANPI Rimini
La propaganda nazista: un lavoro didattico sui manifesti
Olivier Lavandon, Servizio pedagogico Mémorial de la Shoah
Coordina: Giulia Ricci, Istituto storico di Modena
ore 16.30 Visita guidata al Mémorial de la Shoah:
la mostra permanente, il Viale dei Giusti, la Cripta, il Muro dei nomi
Presentazione delle risorse del centro: Archivi, Biblioteca,
Sala multimediale, Servizio pedagogico.
ore 19.30 Cena tipica con menu kasher, ristorante «Mi-Va-Mi», rue des Rosiers

LUNEDI’ 7 DICEMBRE
I SESSIONE
Presiede Marco Minardi, direttore Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma

ore 9.00 Conquistare, colonizzare, sterminare: il progetto razziale
della Germania nazista a Est (Generalplan Ost)

Christian Ingrao, storico e direttore de l’Institut d’Histoire du Temps Présent
ore 10.15 Discussione
ore 10.45 Coffee break
ore 11.00 Le tappe della “Soluzione finale” : decidere e mettere
in atto il genocidio (1939-1941)

Georges Bensoussan
ore 12.15 Discussione
ore 12.45 Pranzo

II SESSIONE
Presiede Gianluigi Melandri, responsabile sezione didattica Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e Provincia

ore 14.15 Il genocidio degli Herero, sintomo di un Sonderweg tedesco?
Joël Kotek, storico, Université libre de Bruxelles
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 Coffee break
ore 16.15 Costruire la razza. Il programma Lebensborn o l’ossessione
demografica del Terzo Reich

Laura Fontana
ore 17.00 Discussione
ore 19.00 Cena a buffet (oppure in ristorante del Marais)

III SESSIONE
Presiede Alessandra Fontanesi, responsabile sezione didattica Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Reggio Emilia

ore 20.15
Serata di approfondimento e dibattito
La testimonianza nella trasmissione della memoria della Shoah
Risorse, problemi metodologici, forme della trasmissione della
memoria, evoluzione dello statuto del testimone

Alberto Cavaglion, storico, Università di Firenze discute con
Olivier Lalieu, storico, responsabile della valorizzazione dei luoghi della memoria e dei progetti esterni del Mémorial de la Shoah
Coordina: Jacques-Olivier David, coordinatore del Servizio
pedagogico del Mémorial de la Shoah

MARTEDI 8 DICEMBRE
I SESSIONE
Presiede Paola Varesi, direttrice Istituto Alcide Cervi

ore 9.00 Negazionismo e antisionismo: l’antisemitismo arabo-musulmano
contemporaneo: importanza e implicazioni

Georges Bensoussan
ore 10.15 Discussione
ore 10.45 Coffee break

II SESSIONE, STORIA E DIDATTICA
Presiede Loretta Nucci, responsabile sezione didattica Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini

ore 11.00 L’insegnamento della storia degli Ebrei, dell’antigiudaismo e
della Shoah nei manuali scolastici in Francia e in Italia:
comparazione e analisi, problematiche e dibattito coi partecipanti

Iannis Roder, Marzia Luppi e Barbara Lefebvre,
docente di storia e co-presidente della Commissione Educazione della
LICRA Ligue Internationale Contre le Racisme et l’Antisémitisme

ore 12.45 Conclusione del seminario
Iannis Roder, Laura Fontana, Marzia Luppi
ore 13.15 Pranzo

Iscrizioni
Il seminario è gratuito e riservato ai docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado, con priorità per i docenti di storia.
Per iscriversi occorre compilare l’apposita scheda e contattare l’Istituto storico o altro ente di riferimento per il proprio territorio, segnalando l’adesione a uno o entrambi i moduli.
Per il I modulo (Bologna) sono disponibili 150 posti, per il II modulo (Parigi) 35 posti. Per accedere al II modulo è indispensabile aver frequentato il I.
In caso di adesioni maggiori rispetto ai posti disponibili, le iscrizioni verranno accolte in ordine cronologico di arrivo, nel rispetto del criterio proporzionale dei posti assegnati a ogni istituto o ente e dell’entità del territorio di appartenenza.
Le spese di viaggio e di soggiorno sono a carico dei partecipanti, a esclusione dei pranzi dei 3 giorni di seminario a Parigi.
Il seminario è riconosciuto quale attività di aggiornamento per docenti in quanto promosso da enti culturali accreditati dal Ministero della Pubblica Istruzione con apposita convenzione.
Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per informazioni
Informazioni a carattere generale possono essere richieste a :

Maria Carla Monti
Servizio Relazioni Esterne Comune di Rimini
mariacarla.monti@comune.rimini.it
tel 0541 704203

Laura Fontana
Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini
Responsabile per l’Italia Mémorial de la Shoah di Parigi
laura.fontana@comune.rimini.it
laura.fontana@memorialdelashoah.org

Marzia Luppi
Direttrice Fondazione ex Campo Fossoli
fondazione.fossoli@carpidiem.it
tel. 059 688272

Le informazioni relative all’iscrizione, ai posti disponibili, alle condizioni di partecipazione, vanno indirizzate all’istituto  di competenza per il proprio territorio: per la provincia di Ferrara: Istituto di Storia Contemporanea Ferrara

Anna Maria Quarzi
Direttrice Istituto di Storia Contemporanea
isco.ferrara@gmail.com
tel. 0532 207343 – 0532 681820  – fax 0532 207343

Allegati:

Scarica tutti i documenti legati all’evento:

Programma definitivo

Volantino del Memorial

Scheda di iscrizione [pdf]

Scheda di iscrizione [doc]


  • 0

2009 – Convegni, Mostre e Conferenze

Tags : 

Fondazione Di Vittorio
Flai-Cgil Nazionale
Fondazione Argentina Sonetti Altobelli
Camera del Lavoro Ferrara

Convegno di studi storici

1949: dai grandi scioperi agrari della pianura padana al primo sciopero generale dei braccianti

Castello Estense – Sala dei Comuni
Giovedì 18 giugno 2009
Ore 9,30 – 13,00

Presiede e introduce: Giuliano Guietti (CdL FE)
Saluti Amm.ne Provinciale di Ferrara
Nadia Presi, Fondazione Argentina Altobelli
Relazione: Prof. Adolfo Pepe
Testimonianze:
Andrea Gianfagna
Ansalda Stiroli
Denis Greghi
Luigi Caselli

Proiezione del video Le donne, la lotta, la memoria

Tavola Rotonda

Partecipano
Franco Cazzola – Università di Bologna
Anna Maria Quarzi – Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Gian Pietro Testa, giornalista e scrittore
Stefania Croggi (Seg. Gen. Flai- Cgil)

Coordina: Carlo Ghezzi (Fondazione Giuseppe Di Vittorio)

Mostra fotografica della Fondazione Argentina Altobelli

Volantino dell’invito al Convegno ( pdf – 152kb )

Convegno – 10 febbraio – Giorno del ricordo

Istituto di Storia Contemporanea
Società Dante Alighieri

Martedì 10 febbraio 2009 – Giorno del ricordo
Sala Agnelli – Biblioteca Ariostea
Via Scienze, 17 – Ferrara

IL LUNGO ESODO

ore 10.00
Leonardo Raito
Università di Ferrara
Foibe, “il peso” della Storia

Antonio Salvatore
Avvocato penalista
Il confine orientale:aspetti storico – giuridici

Anna Maria Quarzi
Istituto di Storia Contemporanea
Le tragedie del confine orientale 1918/1956
Illustrazione della mostra “Fascismo, Foibe, Esodo”

Coordina
Marisa Carrà Borgatti
Società Dante Alighieri

 


  • 0

2009 – Giorno della Memoria

Tags : 

Giorno della Memoria 2009

Comitato provinciale 27 gennaio

Programma delle manifestazioni del “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti

Scarica la locandina con l’intero Programma 27 Gennaio 2009(1.87Mb) Convegno Guardia di Finanza

gioved 22 gennaio, ore 21,00
Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara
Istituto di Storia Contemporanea
Sala Estense piazza Municipale
Un nome nel vento

adattamento teatrale del romanzo “Un nome” di Paolo Ciampi
Storia di Enrica Calabresi scienziata ebrea ferrarese
Compagnia Teatrino dei Fondi, regia di Anna Di maggio

venerd 23 gennaio, ore 9,30 – Riservato alle scuole
Assessorato alla Cultura del Comune di Ferrara
Istituto di Storia Contemporanea
Ufficio Scolastico Provinciale
Sala Estense piazza Municipale
Un nome nel vento

adattamento teatrale del romanzo “Un nome” di Paolo Ciampi
Storia di Enrica Calabresi scienziata ebrea ferrarese
Compagnia Teatrino dei Fondi, regia di Anna Di maggio

marted 27 gennaio, ore 10,30

Provincia di Ferrara
Castello Estense – Sala degli Stemmi
Seduta straordinaria e solenne del Consiglio Provinciale, del Consiglio del Comune di Ferrara e dei Comuni della provincia

Interventi d’apertura
Pier Giorgio Dall’Acqua, Presidente della Provincia di Ferrara
Gaetano Sateriale, Sindaco della citt di Ferrara
La signora Sonia Longhi consegna alla Comunit Ebraica , per il Museo dell’Ebraismo e della Shoah, la serie completa dei disegni e delle tempere realizzate dal Maestro Mario Capuzzo
per l’eccidio Estense

Relazioni
Tra storia e memoria
Saul Meghnagi
componente il C.d.A. della Fondazione Nazionale Museo dell’Ebraismo e della Shoah
Passato e futuro
Riccardo Calimani
Presidente della Fondazione Nazionale Museo dell’Ebraismo e della Shoah

ore 15,30
Universit degli Studi di Ferrara – Dipartimento di Scienze Giuridiche in collaborazione con la Comunit Ebraica di Ferrara
Aula Magna, Corso Ercole I d’Este n. 37

Introduce
Baldassare Pastore
Preside della Facolt di Giurisprudenza

Parte prima
La Memoria della Shoah in Parlamento

I nodi problematici della legge n. 211 del 2000
Presiede
Patrizio Bianchi
Magnifico Rettore dell’Universit di Ferrara
Intervengono:
Andrea Pugiotto
Ordinario di Diritto Costituzionale Universit di Ferrara
Amos Luzzatto
Saggista, gi Presidente dell’Unione delle Comunit Ebraiche Italiane
Coordinano
Giuditta Brunelli e Marcella Ravenna
Universit di Ferrara

Parte seconda
16 OTTOBRE 1943

Liberamente tratto dall’omonimo racconto di Giacomo Debenedetti
Compagnia Teatrale Officina
Regia
Roberta Pazi
Coordinano
Giovanni Grippo – Serena Querzoli Universit di Ferrara

gioved 29 gennaio, ore 9,30
Istituto di Storia Contemporanea
Comando Provinciale della Guardia di Finanza
Biblioteca Ariostea, – Sala Agnelli

Seminario di studi
Gli aiuti ai profughi ebrei e ai perseguitati – il ruolo della Guardia di Finanza 1943 – 1945
Saluto del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Ten. Col. Fulvio Bernabei

Relazioni
La persecuzione degli ebrei e la situazione lungo i confini italiani
Luciano Luciani

presidente del Museo Storico della Guardia di Finanza
Tipologia degli interventi umanitari
Gerardo Severino

direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza
Gli aiuti agli ebrei e perseguitati ferraresi
Anna Quarzi
,
direttore dell’Istituto di Storia Contemporanea
Il sequestro dei beni delle sinagoghe di Ferrara

Intervento dell’Avv. Paolo Ravenna

venerd 30 gennaio, ore 17,00
Museo del Risorgimento e della Resistenza – Centro di Documentazione Storica

Sala Espositiva, Corso Ercole I d’Este
Mostra-studio
L’internamento dei militari italiani.

Disegni e testimonianze dai fondi archivistici del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara

domenica 8 febbraio, ore 15,30
Museo del Risorgimento e della Resistenza – Cento di Documentazione Storica in collaborazione con l’Istituto di Istruzione Secondaria di Portomaggiore e il Centro di Documentazione Storica di Longastrino

Sala Conferenze del MAF San Bartolomeo in Bosco
Presentazione del DVD
Ricordi e racconti di Memoria Storica

testimonianze di internati militari italiani

venerd 20 febbraio, ore 16,30
Archivio di Stato di Ferrara
Corso Giovecca 146
Ore 16,30
Vite nella bufera
Documenti, immagini e memorie degli anni 1943-1945

Conferenza a cura di Antonietta Folchi e Davide Guarnieri
Interventi e mostra documentaria allestita dagli studenti del Liceo “G. Carducci”
a cura di Laura Graziani

Ore 17,30
Concerto
Musiche e canti ebraici

eseguiti dagli studenti del Liceo sociale “G.Carducci”
a cura di Alessandra Morelli

Il giorno 27 il Prefetto consegner una medaglia d’onore del Presidente della Repubblica al sig. Renato Lodi internato in un lager nazista

Il Prefetto Cesare Ferri
Presidente del Comitato

Approfondimento:

Enrica Calabresi, ebrea ferrarese, eroina della “resistenza morale”

Enrica Calabresi nacque a Ferrara il 10 novembre 1891 da famiglia ebrea.
Terminato il Liceo “Ariosto”, nel 1909 s’iscrive alla facolt di Matematica dell’Universit di Ferrara, frequentando anche i corsi di Zoologia e di Botanica della facolt di Medicina.
Nel 1910 si trasferisce a Firenze, dove si iscrive a Scienze Naturali.
Nel 1914 si laurea ed inizia a collaborare con l’Istituto di Zoologia.
Nel 1924 le conferito il diploma di abilit alla docenza in Zoologia, definitivamente confermata nel 1931. .Malgrado il suo straordinario e riconosciuto valore, per ben due volte fu costretta ad abbandonare l’universit: la prima nel 1933, obbligata alle dimissioni in quanto donna e antifascista; la seconda nel 1938, in quanto ebrea, in seguito alle leggi razziali fasciste.
E’ stata una delle prime scienziate italiane ad impegnarsi in attivit di docenza e ricerca all’universit di Firenze e Pisa in anni in cui difficilmente le donne potevano accedere al mondo accademico. Nell’arco degli anni trenta, le sono riconosciute varie abilitazioni all’insegnamento (l’Astronoma Margherita Hack stata sua allieva al Liceo) e diversi riconoscimenti accademici
Fu una delle grandi animatrici di quel grande – e dimenticato – esempio di “resistenza morale” che fu la scuola ebraica di Firenze, cio una scuola “inventata” dai docenti e dagli alunni ebrei cacciati dalla scuola fascista. Ed per i suoi studenti che morta: fu infatti catturata dai nazisti perch abbandon la sua famiglia e un luogo relativamente sicuro per tornare a Firenze e sincerarsi della sorte di quei ragazzi. Rinchiusa, all’inizio di gennaio 1944, a Santa Verdiana, allora la sezione femminile del carcere di Firenze, Enrica Calabresi decise di darsi la morte alla vigilia della partenza per Auschwitz il 20 gennaio 1944. Solo in questo modo si sottrasse alla camera a gas.
Completamente dimenticata per decenni e decenni, Enrica Calabresi stata riscoperta solo in questi ultimi anni, in particolare grazie all’impegno di due ricercatrici della Specola, il Museo di storia naturale di Firenze. Sono state loro a cominciare a indagare su questa loro collega vissuta tanto tempo prima, di cui ignoravano la fine tragica, non tirandosi indietro di fronte ad una ricerca che ha richiesto centinaia e centinaia di contatti, tra New York, Milano, Gerusalemme, all’inseguimento di altri membri della famiglia Calabresi che potessero raccontare qualcosa di Enrica. E’ stato come cercare un ago nel pagliaio, ma alla fine da quello che era rimasto solo un nome emersa anche una vita importante da conoscere e far conoscere.

Questa storia stata recentemente raccontata nel libro Un nome del giornalista Paolo Ciampi (Giuntina, Firenze, 2006). Un libro che, appunto, non racconta solo la storia di Enrica, ma anche la storia di un’indagine appassionata, di una battaglia contro l’oblio.


  • 0

2009 – Presentazione di Libri e di Film

Tags : 

Presentazione del libro

Istituto di Storia Contemporanea
Centro culturale “Mario Roffi”

Martedì 10 febbraio 2009
Sala Agnelli Biblioteca Ariostea
ore 17.00
presentazione del libro diDavide Guarnieri
Il Comandante Pietro Walter Feggi e la Resistenza nel Basso Ferrarese
(Corbo Editore 2008)
Santo Peli
docente di storia contemporanea Università di Padova
parlerà sul tema
La ricerca storica sulla Resistenza oggi
Interverranno
Davide Guarnieri autore del libro
Walter Feggi “Il comandante Pietro”
Coordina
Carlo Pagnoni

 

COMUNE DI FERRARA
ASSESSORATO ALLE POLITICHE E ISTITUZIONI CULTURALI
Servizio Biblioteche e Archivi
MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA

Martedi 7 aprile 2009 alle ore 17.00
presso la Sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea
(via delle Scienze, 17- Ferrara),
la storica Antonella GUARNIERI presenterà il volume:

Essere donne nei lager
a cura di Alessandra Chiappano
Giuntina, 2009

Ne parlerà con la curatrice, responsabile della sezione didattica dell’Istituto nazionale per la storia del Movimento di Liberazione in Italia e con Giuseppe Masetti, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e provincia, che ha promosso il convegno nazionale di cui il volume raccoglie gli atti. Prefato da Anna Bravo, comprende anche un contributo della studiosa Delfina Tromboni, che vi pubblica la testimonianza integrale di una ferrarese, deportata politica a Ravensbruck.

La presentazione, organizzata dalla Biblioteca Ariostea e dal Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara, si inserisce nel calendario delle iniziative promosse dal Comitato per le celebrazioni della Liberazione.

 


  • 0

2009 – Incontri in Collaborazione con altri Istituti

Tags : 

Programma manifestazioni Istituto per
64° anniversario del 25 aprile

Venerdì 17 aprile 2009 – ore 17,30
Istituto di Storia Contemporanea
Sala conferenze – Istituto di Storia Contemporanea
Vicolo S. Spirito, 11

La tragedia delle guerre
Incontro con

José Manuela Alfonso Sánchez
Ordinario Università Pontificia di Salamanca
La guerra civil española : algunas reflexiones
Laura Sánchez Blanco
Ricercatrice Università Pontificia di Salamanca
Mujeres de los dos bandos en la guerra civil española

Coordina
Antonella Cagnolati
Università di Ferrara

Assessorato alla cultura del Comune – Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia di Ferrara – Circoscrizione Nord Ovest – Circoscrizione Centro ANPI – Istituto di storia Contemporanea – Teatro Universitario

Spettacolo teatrale (R)esistenze
a cura dell’associazione Balamos

Sabato 18 aprile – ore 10.30
Teatro Verdi Porotto
Spettacolo riservato alle scuole medie di Porotto

Lunedì 20 e Mercoledì aprile 22 – ore 9.45
Teatro Universitario – Via Savonarola – Ferrara
Spettacoli riservati alle scuole di Ferrara

Giovedì 23 aprile – ore 21.00
Teatro Verdi Porotto

Sabato 25 aprile – ore 18.00
Cortile di Castello Estense

Giovedì 30 aprile – ore 11.00
ANPI – Comune di Ferrara – Circoscrizione Giardino – Istituto di Storia Contemporanea

Inaugurazione Monumento a Bruno Rizzieri
Rotonda Ponte della pace

I luoghi della memoria
A cura dell’ Istituto di Storia Contemporanea nei giorni che vanno dal 15 al 30 Aprile vengono organizzate visite guidate per le scuole nei luoghi della memoria della città che riguardano la guerra 1940 /45 e la Liberazione. (prenotazioni via telefono o fax 0532 207343, via e mail isco.ferrara@gmail.com)

Mémorial de la Shoah

Comune di Rimini
Fondazione ex Campo Fossoli
Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

con il sostegno di
Commissione nazionale Sammarinese per l’Unesco
Repubblica di San Marino

Classificare, pensare, escludere

Dalla formazione del pensiero razzista in Europa alla preparazione della Shoah e dei genocidi del XX secolo

Seminario di formazione per docenti dell’Emilia-Romagna e della Repubblica di San Marino

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Bologna, 6-7 novembre 2009
Parigi, 6-8 dicembre 2009

* Per entrambi i moduli è prevista la traduzione simultanea

Progetto di formazione realizzato con la partecipazione di

Istituto Alcide Cervi
Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara
Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena
Istituto storico di Modena
Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Parma
Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea
in Ravenna e Provincia
Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea
di Reggio Emilia
Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini
Istituto storico Parri Emilia-Romagna

in collaborazione con

ANPI Associazione nazionale partigiani d’Italia
Comitati provinciali di Bologna, Parma, Reggio-Emilia e Rimini
Sezione comunale di Carpi

con il patrocinio di

MEIS
Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah

Il seminario intende mettere in luce il terreno culturale che nel corso del XVIII e del XIX secolo ha preparato la Shoah e, più in generale, gli altri genocidi e massacri di massa del Novecento. Esso riflette su alcune tappe fondamentali di quel percorso che portò a concepire e realizzare programmi di annientamento dell’Altro, in nome della razza, nell’Europa dell’Anti-Illuminismo – movimento intellettuale caratterizzato dal rifiuto dell’insegnamento positivista del Secolo dei Lumi (liberté, égalité, fraternité), dall’esaltazione della forza e della virtù redentrice della guerra, nonché dalla ferma convinzione dell’inuguaglianza delle “razze umane”.

L’obiettivo principale del corso è quello di fornire ai docenti strumenti interpretativi e storiografici che consentano di approfondire gli eventi e i temi proposti, soprattutto alla luce delle diverse ricerche storiografiche pubblicate in questi ultimi anni in Europa. Non mancheranno, tuttavia, alcuni interventi più prettamente didattici, con l’intento di offrire agli insegnanti materiali e spunti di lavoro per la rielaborazione dei concetti discussi in una prospettiva educativa, declinando anche al tempo presente un tema di grande attualità come il razzismo.

Progetto di Laura Fontana per il Mémorial de la Shoah
Coordinamento scientifico

Georges Bensoussan, Laura Fontana, Marzia Luppi, Iannis Roder

I MODULO – Bologna, 6-7 novembre 2009
Sala Polivalente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, viale Aldo Moro 50, Bologna

VENERDI’ 6 NOVEMBRE

I SESSIONE

Presiede Laura Fontana, responsabile Progetto Educazione alla Memoria Comune di Rimini e responsabile Italia del Mémorial de la Shoah

ore 9.00 Apertura del seminario – Saluti delle autorità

Monica Donini, presidente Assemblea Legislativa Regione E. R
Karel Fracapane, responsabile delle Relazioni Internazionali Mémorial de la Shoah
Patrizia Di Luca, presidente Commissione nazionale Sammarinese Unesco Repubblica di San Marino
William Michelini, presidente provinciale ANPI Bologna
Marcello Limina, direttore generale Ufficio Scolastico Reg.le per l’E.Romagna

ore 9.30 Modernità e ideologia razzista: l’invenzione delle razze
Alberto Burgio, Università di Bologna
ore 10.30 Discussione
ore 11.00 Coffee break
ore 11.15 L’antisemitismo come codice culturale europeo prima del 1914
Georges Bensoussan, storico, responsabile editoriale del
Mémorial de la Shoah e direttore della Revue d’histoire de la Shoah
ore 12.30 Discussione
ore 13.00 Pausa pranzo

II SESSIONE

Presiede Luca Alessandrini, direttore Istituto storico Parri Emilia-Romagna

ore 14.30 Dall’eugenetica all’”Igiene della Razza”
Yves Ternon, storico, Mémorial de la Shoah
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 Coffee break

III SESSIONE, STORIA E DIDATTICA
Presiede Massimo Lodovici, direttore Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Forlì-Cesena

ore 16.15 Razzismo di dominio e razzismo di esclusione ne “La Difesa della razza, 1938-1943”
Analisi e discussione di materiali tratti dalla rivista, per un utilizzo didattico in classe
Valentina Pisanty, Università di Bergamo
Ore 17.15 Discussione

SABATO 7 NOVEMBRE

I SESSIONE
Presiede Piero Stefani, direttore scientifico MEIS Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah
ore 9.30 L’ideologia nazista.
Georges Bensoussan
ore 10.45 Discussione
ore 11.15 Coffee break

II SESSIONE
Presiede Anna Maria Quarzi, direttrice Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara

ore 11.30 Il razzismo dell’Italia coloniale
Nicola Labanca, Università di Siena
ore 12.30 Discussione
ore 13.00 Pausa pranzo

III SESSIONE

STORIA E DIDATTICA

Presiede Marzia Luppi, direttrice Fondazione ex Campo Fossoli
ore 14.30 L’insegnamento del razzismo nella scuola fascista.
Gianluca Gabrielli, CESP Centro studi per la scuola pubblica,
curatore insieme a D. Montino di “La scuola fascista.
Istituzioni, parole d’ordine e luoghi dell’immaginario”,
(Ombre corte, 2009)
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 De la parole antisémite à la destruction des Juifs d’Europe
(Dalla parola antisemita alla distruzione degli Ebrei d’Europa)

Dossier didattico per insegnanti delle scuole secondarie di primo
e secondo grado (a cura di J. Kotek e I. Roder)
Iannis Roder, docente di storia, formatore al Mémorial de
la Shoah
ore 16.45 Conclusioni del seminario, a cura di Marzia Luppi

II MODULO
Parigi, 6-8 dicembre 2009
Mémorial de la Shoah, 17 rue Geoffroy-l’Asnier, Parigi

DOMENICA 6 DICEMBRE
I SESSIONE Presiede Laura Fontana

ore 9.30 Verso la guerra totale, dalle guerre balcaniche alla Grande Guerra
Stéphane Audouin-Rouzeau, direttore degli studi dell’EHESS
Ecole des hautes études en sciences sociales
ore 10.30 Discussione
ore 11.00 Coffee break
ore 11.15 Politica razziale e persecuzione degli zingari sotto il Terzo Reich
Tal Bruttman, storico
ore 12.15 Discussione
ore 12.45 Pranzo

II SESSIONE – STORIA E DIDATTICA

ore 14.15 Laboratorio a scelta:
Cinema e insegnamento della Shoah: alcuni spunti per una riflessione.
Antoine Germa docente di storia, formatore all’Accademia di Créteil
Coordina: Daniele Susini, ANPI Rimini
La propaganda nazista: un lavoro didattico sui manifesti
Olivier Lavandon, Servizio pedagogico Mémorial de la Shoah
Coordina: Giulia Ricci, Istituto storico di Modena
ore 16.30 Visita guidata al Mémorial de la Shoah:
la mostra permanente, il Viale dei Giusti, la Cripta, il Muro dei nomi
Presentazione delle risorse del centro: Archivi, Biblioteca,
Sala multimediale, Servizio pedagogico.
ore 19.30 Cena tipica con menu kasher, ristorante «Mi-Va-Mi», rue des Rosiers

LUNEDI’ 7 DICEMBRE
I SESSIONE
Presiede Marco Minardi, direttore Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma

ore 9.00 Conquistare, colonizzare, sterminare: il progetto razziale
della Germania nazista a Est (Generalplan Ost)

Christian Ingrao, storico e direttore de l’Institut d’Histoire du Temps Présent
ore 10.15 Discussione
ore 10.45 Coffee break
ore 11.00 Le tappe della “Soluzione finale” : decidere e mettere
in atto il genocidio (1939-1941)

Georges Bensoussan
ore 12.15 Discussione
ore 12.45 Pranzo

II SESSIONE
Presiede Gianluigi Melandri, responsabile sezione didattica Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e Provincia

ore 14.15 Il genocidio degli Herero, sintomo di un Sonderweg tedesco?
Joël Kotek, storico, Université libre de Bruxelles
ore 15.30 Discussione
ore 16.00 Coffee break
ore 16.15 Costruire la razza. Il programma Lebensborn o l’ossessione
demografica del Terzo Reich

Laura Fontana
ore 17.00 Discussione
ore 19.00 Cena a buffet (oppure in ristorante del Marais)

III SESSIONE
Presiede Alessandra Fontanesi, responsabile sezione didattica Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea di Reggio Emilia

ore 20.15
Serata di approfondimento e dibattito
La testimonianza nella trasmissione della memoria della Shoah
Risorse, problemi metodologici, forme della trasmissione della
memoria, evoluzione dello statuto del testimone

Alberto Cavaglion, storico, Università di Firenze discute con
Olivier Lalieu, storico, responsabile della valorizzazione dei luoghi della memoria e dei progetti esterni del Mémorial de la Shoah
Coordina: Jacques-Olivier David, coordinatore del Servizio
pedagogico del Mémorial de la Shoah

MARTEDI 8 DICEMBRE
I SESSIONE
Presiede Paola Varesi, direttrice Istituto Alcide Cervi

ore 9.00 Negazionismo e antisionismo: l’antisemitismo arabo-musulmano
contemporaneo: importanza e implicazioni

Georges Bensoussan
ore 10.15 Discussione
ore 10.45 Coffee break

II SESSIONE, STORIA E DIDATTICA
Presiede Loretta Nucci, responsabile sezione didattica Istituto per la storia della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Rimini

ore 11.00 L’insegnamento della storia degli Ebrei, dell’antigiudaismo e
della Shoah nei manuali scolastici in Francia e in Italia:
comparazione e analisi, problematiche e dibattito coi partecipanti

Iannis Roder, Marzia Luppi e Barbara Lefebvre,
docente di storia e co-presidente della Commissione Educazione della
LICRA Ligue Internationale Contre le Racisme et l’Antisémitisme

ore 12.45 Conclusione del seminario
Iannis Roder, Laura Fontana, Marzia Luppi
ore 13.15 Pranzo

Iscrizioni
Il seminario è gratuito e riservato ai docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado, con priorità per i docenti di storia.
Per iscriversi occorre compilare l’apposita scheda e contattare l’Istituto storico o altro ente di riferimento per il proprio territorio, segnalando l’adesione a uno o entrambi i moduli.
Per il I modulo (Bologna) sono disponibili 150 posti, per il II modulo (Parigi) 35 posti. Per accedere al II modulo è indispensabile aver frequentato il I.
In caso di adesioni maggiori rispetto ai posti disponibili, le iscrizioni verranno accolte in ordine cronologico di arrivo, nel rispetto del criterio proporzionale dei posti assegnati a ogni istituto o ente e dell’entità del territorio di appartenenza.
Le spese di viaggio e di soggiorno sono a carico dei partecipanti, a esclusione dei pranzi dei 3 giorni di seminario a Parigi.
Il seminario è riconosciuto quale attività di aggiornamento per docenti in quanto promosso da enti culturali accreditati dal Ministero della Pubblica Istruzione con apposita convenzione.
Al termine del seminario verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per informazioni
Informazioni a carattere generale possono essere richieste a :

Maria Carla Monti
Servizio Relazioni Esterne Comune di Rimini
mariacarla.monti@comune.rimini.it
tel 0541 704203

Laura Fontana
Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini
Responsabile per l’Italia Mémorial de la Shoah di Parigi
laura.fontana@comune.rimini.it
laura.fontana@memorialdelashoah.org

Marzia Luppi
Direttrice Fondazione ex Campo Fossoli
fondazione.fossoli@carpidiem.it
tel. 059 688272

Le informazioni relative all’iscrizione, ai posti disponibili, alle condizioni di partecipazione, vanno indirizzate all’istituto  di competenza per il proprio territorio: per la provincia di Ferrara: Istituto di Storia Contemporanea Ferrara

Anna Maria Quarzi
Direttrice Istituto di Storia Contemporanea
isco.ferrara@gmail.com
tel. 0532 207343 – 0532 681820  – fax 0532 207343

Allegati:

Scarica tutti i documenti legati all’evento:
Programma definitivo
Volantino del Memorial
Scheda di iscrizione [pdf]
Scheda di iscrizione [doc]